Dopo aver parlato di Behance, oggi vorrei spendere qualche parola per un social network esclusivo: Dribbble.

Perché esclusivo? Semplice.

Dribbble è una comunità virtuale per grafici e web designer fondata da Dan Cederholm e Rich Thornett nel 2009 dove l’utente può accedere soltanto tramite invito di un membro già presente nel gruppo.

Personalmente lo definisco un po’ il social network “massonico” per designer.

Come funziona Dribbble?

Come anticipato prima per accedere bisogna ricevere (o cercare) un invito.

Ora che la piattaforma conta molti più iscritti rispetto agli anni passati (nel 2013 la piattaforma contava solo 460.000 iscritti) risulta molto più semplice entrare a far parte del network. Su Behance, Dribbble e Instagram vengono postati quasi quotidianamente inviti quindi, se siete realmente interessati ad entrare nel gruppo, vi suggerisco di controllare periodicamente queste piattaforme usando parole di ricerca come: dribbble, dribbble invite, dribbble player, etc.

Ho un invito! E adesso?

Adesso è semplice! Ecco alcuni passaggi:

Profilo

Esattamente come Behance, Dribbble vi offre la possibilità di inserire una foto profilo, una biografia, i link alle vostre pagine sui social network e, udite udite, i vostri lavori.

Pagina personale Dribbble

Pagina personale Dribbble

Immagini

Quando vi ritroverete nella sezione “Upload” noterete che potrete caricare un solo screenshot alla volta di dimensioni 400×300px oppure 800×600.

Puntate sulla seconda.

Questa operazione può essere un po’ seccante, però non c’è altro sistema per poter caricare il vostro lavoro. Se successivamente volete inserire un’immagine ad alta risoluzione potete allegarla al “francobollo” che avete appena caricato.

Pagina dedicata all'upload delle immagini

Pagina dedicata all’upload delle immagini

Tag

I tag sono fondamentali per far si che il vostro lavoro venga “indicizzato” bene sul social network;potete inserirne al massimo 10 quindi sceglieteli con cura!

Inserire link

Dato che creare un sistema per permettere l’inserimento di un link (al progetto completo, al vostro sito, alla ricetta della nonna etc.) senza scrivere codice è troppo poco “handmade” per la visione della community, dovrete ricorrere al codice old style.

Un buon  <a href=”https://www.insertlinkhere.com“>Your link here</a> i risolverà il problema.

Upload “freezati”

Dribbble vi da un limite di upload. Potete caricare al mese un massimo di 48 shots e potete caricarne soltanto 5 al giorno.

Creare progetti

Sulla piattaforma è possibile caricare più immagini e creare un progetto.

Palette colori

Devo ammettere che ho trovato molto interessante questa funzionalità: per ogni shot Dribbble estrapolerà per voi dei colori campione che è possibile scaricare (gratuitamente) in formato “.aco”.

Cliccando sul simbolo la cui forma ricorda una goccia, è possibile scaricare la palette colore

Cliccando sul simbolo la cui forma ricorda una goccia, è possibile scaricare la palette colore

Invito ricevuto, profilo completato, lavoro caricato. Parliamo di followers.

Si tratta di un cruccio/paranoia comune: come posso avere più followers?

Come faccio ad avere più like?

E così via.

Non esiste una ricetta precisa ma come per Behance esistono alcuni accorgimenti.

Se la cover di Behance è il motivo per il quale un utente visiterà o non visiterà il tuo operato, su Dribbble l’immagine è tutto.

One shot, one chance se così posso riassumere. Perciò cercate di pubblicare solo i lavori che reputate migliori, in questo modo avrete più possibilità di essere notati e di stringere “amicizie virtuali” con i vostri colleghi.

Una cosa molto importante è l’iniziazione, ovvero il primo shot che pubblicherete sul vostro profilo.

Su Dribbble è chiamato “Debuts” e ha una pagina dedicata soltanto ai nuovi arrivati.

Pagine dedicata ai "debuts"

Pagine dedicata ai “debuts”

Dribbble è una community interessante

Nonostante qualche pecca, citata precedentemente, la community è bella. Oltre a trovare dei lavori veramente belli, l’interfaccia si presenta in modo molto ordinato e molto “catchy”. Inoltre se vi iscrivete alla versione Pro avrete diritto ad alcuni sconti niente male, se volete saperne di più consultate questo link. Inoltre potrete ampliare anche la vostra rete di conoscenze ed essere contattati anche da agenzie o privati.

Probabilmente scriverò altre note su Dribbble e sulla sua vasta community ma penso che con questo articolo vi abbia fornito sufficienti argomentazioni per dirvi:

Would you be the next player?

Se si, ho un invito 🙂

Shares